tipi-di-marmellate-e-gelatine

Ci sono così tante comodità oggi che ci stiamo dimenticando delle tradizioni. Come ad esempio fare le conserve di verdure e frutta, diversi tipi di marmellate e confetture.

Legata forse a una vita più di campagna che di città, questa usanza vedeva le nostre nonne e forse anche le nostre mamme riempire la dispensa di barattoli di golosità di ogni genere, dalla primavera all’autunno.

Riscoprire la voglia di preparare la marmellata e la gelatina di frutta fatte in casa è una gioia per tutti!

Tipi di marmellate e gelatine

Marmellate e gelatine sono il modo ideale per conservare frutta o verdura di stagione. Si tratta soprattutto ricette estive, che ti consentono di realizzare delle autentiche specialità da consumare come aperitivo, a merenda, in accompagnamento dei cibi e come guarnitura di pasticceria.

Prima di cominciare a sfogliare le ricette e capire come fare la marmellata, dobbiamo spiegarci sui termini perché facciamo spesso confusione nel capire la differenza tra marmellata e confettura di frutta:

  • la marmellata è una crema cotta di consistenza gelificata di zucchero e agrumi, quindi si prepara solo la marmellata di limoni, la marmellata di arance, la marmellata di mandarini e altri agrumi come cedro, pompelmo e bergamotto
  • la confettura di frutta è una crema cotta di consistenza gelificata di zucchero e vari tipi di frutta (e anche ortaggi), tranne che agrumi
  • la composta di frutta si caratterizza per un’alta percentuale di frutta e poco zucchero

Qui di seguito ti presentiamo i tipi di marmellate e gelatine:

Le ricette della nonna

Le confetture e gelatine fatte in casa si mantengono facilmente a lungo perché è lo zucchero presente nella ricetta che funge da conservante.

Una volta cotti gli ingredienti, il composto va messo nei vasetti a caldo, lasciando almeno 1 cm di spazio di testa per creare condizioni di vuoto.

La maggior parte delle ricette di confetture richiede un rapporto di zucchero e frutta in base al peso o al volume di 2:1, se tuttavia si vuole ridurre il contenuto di zucchero si può usare un rapporto inferiore pari a 1:1 (in effetti i valori nutrizionali delle marmellate confermano la presenza di molti carboidrati).

Ora che abbiamo raccolto un po’ di elementi di base possiamo procedere con le nostre confetture, marmellate di frutta mista e gelatine fatte in casa.

1. Gelatina di mele

Gelatina-di-mele

La mela è molto usata nella preparazione di vari tipi di gelatine di frutta, ma perché non utilizzarla come protagonista?

Questa ricetta è dedicata a chi ama i sapori delicati, in quanto ha meno zucchero, grazie all’abbondanza di pectina, e un tocco di limone. È facile da realizzare perché usa tutta la mela, tranne i semi.

Ingredienti

  • 3 mele medie
  • 2 cucchiai di zucchero
  • ¼ di tazza di acqua
  • succo di un limone

Procedimento:

  • priva le mele della buccia e del torsolo
  • taglia la polpa a cubetti e spruzzala con succo di limone
  • fai cuocere a fuoco medio insieme all’acqua, allo zucchero e al succo di limone, fino a che i pezzi di mela saranno morbidi (se serve aggiungi altra acqua per non far attaccare alla pentola)
  • frulla il composto
  • fai cuocere nuovamente il composto a fuoco basso e lascialo riposare fino a raggiungere la consistenza desiderata
  • riempi i vasetti con la gelatina ancora calda e chiudili ermeticamente

SUGGERIMENTO
Quando fai la torta di mele non buttare via i torsoli e le bucce. Puoi fare una gelatina di mele anche a partire da questi “scarti”, evitando gli sprechi

2. Gelatina di more

Gelatina-di-more

Se hai a disposizione tanti cespugli di more ecco una ricetta facile da fare con solo quattro ingredienti:

  • more
  • zucchero
  • succo di limone
  • acqua

Lo zucchero deve avere lo stesso peso delle more. Cuoci, frulla e invasa!|

È una semplice gelatina da conservare per l’inverno o da gustare subito appena pronta.

3. Gelatina di melograno e mirtilli

Gelatina-di-melograno-e-mirtilli

Se consumare il melograno tal quale ti crea difficoltà per via dei fastidiosi semini e della poca polpa, puoi creare una gelatina che abbia fra i suoi ingredienti non solo questo frutto, ma anche i mirtilli.

È irresistibile per la colazione con toast e biscotti, e da provare sui pancake e sulle crepes.

4. Gelatina di tarassaco (denti di leone)

Gelatina-di-tarassaco

Hai mai raccolto le foglie giovani del tarassaco per farne una fresca insalata? Oppure hai mai usato il suo fiore giallo per preparare delle rilassanti tisane?

Ecco allora una proposta un po’ insolita per fare un uso alternativo di “erbacce” come il tarassaco che cresce spontaneamente nei campi o nel tuo giardino.

Utilizza i petali gialli dei fiori per fare un tè e da lì, usando la pectina in polvere, trasformarlo in gelatina. È proprio vero: del tarassaco non si butta via proprio niente.

5. Confettura d’uva

Confettura-duva

La confettura d’uva prevede solo di aggiungere zucchero al frutto. L’ideale è scegliere la varietà di uva nera americana che è molto profumata e leggermente acidula.

In alternativa, puoi usare qualsiasi tipo d’uva, anche quella bianca.

Ingredienti

  • 1 kg di uva
  • 600 g di zucchero
  • succo di mezzo limone
  • mezzo bicchiere d’acqua
  • una busta di pectina in polvere

Procedimento

  • stacca gli acini a uno a uno dal grappolo e lavali con cura
  • mettili in un tegame con mezzo bicchiere di acqua
  • porta a bollore e lasciala cuocere a fuoco moderato per circa mezz’ora
  • frulla il composto
  • aggiungi lo zucchero e il succo di limone
  • fai bollire per 10-15 minuti a fuoco moderato
  • aggiungi la pectina, mescola bene e fai cuocere il tutto per altri 3 minuti
  • versa la confettura ancora calda nei vasetti e chiudi ermeticamente

6. Gelatina di menta

Gelatina-di-menta

È un’ottima gelatina rinfrescante che si può utilizzare per la preparazione di torte. La puoi anche abbinare a carne di selvaggina e di agnello per attenuare il sapore intenso della carne.

La ricetta è facilissima da preparare, basta partire dalla base della gelatina di mele come supporto e incorporare un filtrato di decotto di foglie di menta.

7. Confettura di mirtilli rossi

Confettura-di-mirtilli-rossi

I mirtilli hanno un alto contenuto di vitamina C, che può andare perduto durante il trattamento termico. Per questo motivo la confettura di more viene cotta per un tempo relativamente breve.

Dato il carattere acido del mirtillo dovrai aggiungere più zucchero e se vuoi avere una gamma maggiore di vitamine, puoi preparare la confettura includendo altri frutti.

8. Gelatina di prugna e porto

Gelatina-di-prugna-e-porto

Tutto il colore e il sapore della prugna, unito al vino porto, si traduce in una gelatina avvolgente e dal gusto speciale. Oltre a questi due ingredienti principali, la ricetta utilizza cannella e limone.

9. Confettura di ciliegie

Confettura-di-ciliegie

Per preparare una confettura di ciliegie bastano pochissimi minuti e non avrai nemmeno bisogno di snocciolare i frutti: se li mescoli tra gli ingredienti aggiungeranno una nota di gusto intrigante.

Puoi anche aggiungere una punta di aceto balsamico per intensificare il sapore del frutto, che è deliziosamente dolce e morbido e si scioglie in bocca.

10. Marmellata di limoni

Marmellata-di-limoni

Una marmellata di limoni è una conserva per dare un tocco diverso a colazioni e merende, puoi farcire le torte e le crostate.

Non ti serve nemmeno usare la pectina perché il frutto ne ha molta. L’unica accortezza, se usi anche un po’ di scorza per aggiungere gli oli essenziali, è di usare limoni non trattati.

11. Gelatina di kiwi

Gelatina-di-kiwi

Una gelatina di kiwi è un raffinato equilibrio di note dolci e aspre. Insieme ai kiwi e allo zucchero, puoi aggiungere delle mele per aumentare la consistenza.

E non preoccuparti per i semi di kiwi: aggiungono un tocco speciale alla gelatina, in quanto caratterizzano il frutto e impreziosiscono il dolce.

12. Confettura di zucca

Confettura-di-zucca

Zucca, zucchero e cannella sono gli ingredienti giusti per preparare una deliziosa confettura.

Puoi servirla con crema di formaggio e formaggi stagionati vari o semplicemente per rendere il pane molto più gustoso.

SUGGERIMENTO

L’aggiunta di qualche scorza d’arancia non trattata ti consente di dare un tocco inedito alla ricetta

13. Gelatina di arance

Gelatina-di-arance.

La gelatina di arance, specie con le scorze candite, è una leccornia a cui non è facile rinunciare.

Da provare sul pane o le fette biscottate a colazione, è ideale anche per farcire le torte. La sua preparazione richiede un po’ di esperienza.

Ingredienti

  • 12 arance
  • 1 kg di zucchero
  • 1 bicchiere d’acqua

Preparazione

  • sbuccia 3 arance e tagliale a strisce sottili
  • spremi 6 arance
  • rimuovi la polpa delle restanti 3 arance senza togliere il succo
  • metti la scorza d’arancia in una padella, portala a ebollizione ed elimina l’acqua
  • metti le striscioline, il succo, la polpa, lo zucchero e l’acqua nella padella e fai bollire a fuoco basso fino a quando non si addensa
  • la gelatina sarà pronta quando solleverà una schiuma e diventerà lucida.

14. Gelatina di pesche

Gelatina-di-pesche

Le pesche si prestano a realizzare fresche confetture e deliziose gelatine, con cui si possono guarnire torte e crostate.

Se vuoi impreziosire la tua ricetta provala aggiungendo un’essenza di lavanda.

15. Confettura di lamponi

Confettura-di-lamponi

Gustosa e irresistibile, la confettura di lamponi è ideale per ogni momento della giornata, sia che si tratti di ingolosire uno yogurt, di farcire dolci o semplicemente di spalmarla su toast e pane.

16. Gelatina ai petali di rosa

Gelatina-ai-petali-di-rosa
@Sur La Table

la gelatina ai petali di rosa è un grande classico di una conserva particolare che solo gli appassionati di cucina sanno apprezzare.

Semplice da realizzare, si prepara nel periodo primaverile allo sbocciare delle rose. Si consuma poi con qualunque cibo in inverno, quando il profumo dei fiori non è che un ricordo.

Ingredienti

  • 400 grammi di petali di rosa
  • 500 ml di acqua
  • 600 grammi di zucchero
  • succo di 1 limone non trattato
  • 1 bustina di pectina in polvere

Procedimento

  • raccogli le rose rosse o rosa di primo mattino e stacca i petali con delicatezza
  • fai bollire l’acqua in un pentolino, toglila quindi dal fuoco e aggiungi i petali
  • copri il pentolino e lascia in infusione per mezz’ora
  • fodera un colino con una garza e versa il liquido con i petali, che rimarranno impigliati nella garza
  • strizza la garza per rimuovere il liquido in eccesso dai petali
  • rimetti sul fuoco il pentolino con il liquido filtrato, aggiungi la pectina e mescola
  • porta a bollore e aggiungi zucchero e succo di limone, continuando a rimestare
  • dopo un paio di minuti, aggiungi i petali, rimuovi la schiuma e versa la gelatina calda nei vasetti. Chiudi e lascia raffreddare

17. Gelatina di anguria e vaniglia

Gelatina-di-anguria-e-vaniglia

Per chi ama provare ricette inedite, questo accostamento è una buona scelta. La freschezza e la dolcezza dell’anguria, unite alla delicatezza della vaniglia, formano una gelatina unica e golosa!

18. Gelatina di frutti di bosco

Gelatina-di-frutti-di-bosco

Abbinando fragoline di bosco, mirtillo, mora e lampone, puoi creare la gelatina perfetta per le tue cheesecake.

Oltre ai frutti di bosco, aggiungi zucchero di canna, essenza di vaniglia e scorza di arancia, per darle un tocco speciale. È una delizia per il palato!

19. Confettura di albicocche

Confettura-di-albicocche

Per accompagnare una gustosa panna cotta, prepara un’intrigante confettura di albicocche, che con le sue note acidule si abbina perfettamente al dolce del dessert.

Oltre a questa frutta, la ricetta prevede zucchero raffinato o cristallino, acqua e succo di limone.

20. Confettura di prugne

Confettura-di-prugne

La confettura di prugne fatta in casa è perfetta da consumare a colazione o a merenda con i contorni più vari, come la ricotta o il gelato per dessert. Insieme alle prugne, ti serviranno solo lo zucchero di canna insieme alla scorza e al succo di limone non trattato.

Conclusioni

Basta parlare di marmellate, confetture e gelatine per far viaggiare la mente indietro nel tempo, quando le nostre nonne preparavano tante invitanti specialità a base di frutta e verdura dell’orto.

Se vuoi rendere la colazione o la merenda dei momenti veramente speciali, non devi far altro che attingere alle ricette più classiche. In fondo sono sufficienti pochi ingredienti per continuare a tenere vive le antiche tradizioni!

POSTA UN COMMENTO