Per noi Italiani bere il caffè non è cosa da poco: è uno stile di vita. La preparazione di un caffè in tazza è considerata un’arte. Un’arte che si pratica da più di trecento anni e che viene perfezionata ancora oggi, giorno dopo ogni giorno.

E questa maestria è un tratto distintivo di tutti i tipi di caffè al bar.

Tipi di caffè al bar

Il rito del solito caffè sta incominciando a stancarti? Allora potrebbe essere arrivato il momento di ampliare i tuoi orizzonti.

Di tutti i tipi di caffè che stiamo per descriverti, ne conoscerai sicuramente alcuni, mentre con tutta probabilità di altri non avrai neanche sentito parlare. E sono proprio questi che ti possono regalare nuove esperienze sensoriali.

Facile, come chiedere un caffè in un bar!

Qui di seguito ti presentiamo i tipi di caffè al bar:

1. Caffè espresso

Caffe-espresso

Partiamo dal più classico dei classici. Sapevi che un espresso, per poter essere chiamato così, deve soddisfare dei requisiti precisi?

Secondo l’Istituto Espresso Italiano, che vigila sulla qualità della bevanda, dovrebbe contenere al massimo 30 millilitri di caffè, con una crema consistente e di finissima tessitura, di color nocciola tendente al testa di moro.

L’aroma è intensamente profondo, con note floreali, fruttate e di cioccolato. Avvolge la bocca in modo vellutato, con una punta di amaro.

2. Caffè ristretto

Caffe-ristretto

Dedicato agli amanti dei gusti intensi, è il tipo di caffè più forte che si possa ordinare perché contiene una minor quantità di acqua. In totale una tazzina contiene circa 15 ml di caffè.

Il tempo di estrazione ha la stessa durata di un espresso. Questo conferisce molto sapore alla piccola quantità di acqua, così che la concentrazione diventa molto alta.

Hai davvero una spinta incredibile da questa piccola meraviglia del caffè!

3. Caffè doppio

Caffe-doppio

Non bisogna sforzarsi tanto per capire di che cosa si tratta: nella stessa tazzina vengono erogati due espressi anziché uno.

Roba forte! Chiedilo al tuo cuore!

4. Caffè lungo

Caffe-lungo

Se pensi che l’espresso sia un po’ troppo forte per te, ordina un caffè lungo. Durante la preparazione di questa variante, il barista lascia scorrere dell’acqua in più nella macchina, in modo che il risultato finale sia meno intenso.

5. Caffè macchiato

Caffe-macchiato

Aggiungi una nota morbida al gusto del tuo espresso con una goccia di latte, che viene versato direttamente dal bricco.

Puoi scegliere tra due varianti, ossia macchiato caldo o macchiato freddo, a seconda della temperatura del latte.

6. Caffè schiumato

Caffe-schiumato

Il caffè schiumato è una variazione golosa del caffè macchiato. In questo caso all’espresso viene aggiunta della schiuma del latte.

Di solito la si versa delicatamente nella bevanda con l’aiuto di un cucchiaino.

PS: anche come fare la schiuma al latte può essere considerata una vera arte!

7. Caffè con panna

Caffe-con-panna

Chi vuole concedersi uno strappo alla dieta, può provare un caffè con panna cremoso, morbido e leggero.

Sì, perché con una spruzzata di panna il tuo espresso avrà tutto un altro gusto! E se vuoi esagerare, puoi anche chiedere un caffè in tazza grande.

8. Latte macchiato

Latte-macchiato

In questa specialità i ruoli si invertono. Pensa a un caffè macchiato… al contrario! Sì perché la ricetta del latte macchiato prevede di aggiungere a un bicchiere di latte caldo qualche goccia di caffè.

Una variante sfiziosa? Provalo con il latte di mandorla!

9. Caffè decaffeinato

Caffe-decaffeinato

L’espresso ti rende nervoso? Allora  meglio scegliere un caffè decaffeinato: ti offre lo stesso aroma, con un quantitativo di caffeina ridotto al minimo.

Tieni presente che un po’ di caffeina c’è sempre, perché in base alla normativa attualmente in vigore il caffè deca può essere formulato con al massimo lo 0,1 percento della sostanza.

10. Caffè al ginseng

Caffe-al-ginseng

La crescente attenzione a uno stile di vita sano e orientato al benessere ha reso questa bevanda molto popolare. È a base di radice di ginseng, una pianta di antiche origini che offre molteplici virtù. C’è anche chi lo gusta con una goccia di latte freddo.

Fai attenzione però, perché non sempre si tratta di caffè al ginseng puro, perché viene addizionato con altri ingredienti.

11. Caffè freddo con ghiaccio

Caffe-freddo-con-ghiaccio

Vorresti bere un caffè normale ma la calura estiva ti fa esitare? Non c’è problema, perché ti viene in aiuto questo caffè in ghiaccio.

Ordina un normale espresso, zuccheralo a piacere e chiedi di versartelo in un bicchiere alto a cui sono stati aggiunti dei cubetti di ghiaccio.

12. Caffè shakerato

Caffe-shakerato

Il concetto è lo stesso, ma questa variante è veramente intrigante. L’espresso viene infatti shakerato insieme a una manciata di cubetti di ghiaccio ed eventualmente dello zucchero.

La bevanda viene servita ghiacciata e con una bella schiuma.

13. Caffè del nonno

Caffe-del-nonno

Chiamata anche crema al caffè, è un vero e proprio dessert estivo. Si prepara con tre ingredienti: un caffè freddo, zucchero a piacere e panna per dolci.

Dopo aver montato la panna, si aggiunge lo zucchero e si versa a filo il caffè. Può realizzare un caffè corretto con il liquore preferito.

14. Caffè con crema alla nocciola

Questa è una specialità semplice quanto golosa. Hai presente la crema alla nocciola? Bene, se ne mette qualche cucchiaino sul fondo di un bicchiere e si versa sopra un espresso bollente.

Il contatto con la  bevanda farà sciogliere immediatamente la crema, che si miscelerà al caffè in un tripudio di sapori. Se vuoi proprio esagerare, chiedi al barista di aggiungere un fiocco di panna montata.

15. Caffè affogato

Caffe-affogato

Ecco un piccolo peccato di gola a cui è veramente difficile rinunciare. Tanto più che è proprio semplice da preparare.

Metti una pallina di gelato in una tazzina di vetro, versa qualche goccia di liquore (facoltativo) e termina con il caffè. Da gustare subito.

16. Caffè marocchino

Caffe-marocchino

Si dice che anche l’occhio vuole la sua parte. Eccoti allora accontentato con questa delizia paradisiaca sviluppata su tre livelli e servita in un bicchiere trasparente.

La base del caffè marocchino è un espresso classico, a cui si aggiunge uno strato di cacao in povere e di seguito una spumosa schiuma di latte. Si termina con una spolverata di cacao.

Gli esperti suggeriscono di non zuccherarlo o di zuccherarlo appena appena.

17. Caffè brasiliano

Come si beve il caffè il Brasile? Con una punta alcolica e, anche in questo caso, con uno scenografico effetto a strati. Per prepararlo bastano pochi ingredienti.

In un bicchiere, si mette un cucchiaino di zucchero e del latte montato, che dev’essere come una spuma lieve e poco consistente.

Si aggiunge poi il liquore (è consigliato il Baileys) e si termina versando a filo un caffè denso e consistente. Quest’ultimo scende gradualmente verso il basso fino a costituire lo strato inferiore. Spolverare a piacere con cacao amaro.

18. Cappuccino

Cappuccino

Si fa preso a dire “cappuccino”. Ma sai che esistono tantissimi tipi di cappuccino? Metti alla prova il tuo barista chiedendo un cappuccino chiaro senza schiuma o un cappuccino doppio!

Molti apprezzano il cappuccino con tanta schiuma, altri lo preferiscono mediamente spumoso. Non parliamo poi della temperatura: lo puoi provare bollente, caldo, tiepido e addirittura freddo.

E tu, di che cappuccino sei?

19. Frappuccino

Frappuccino

Se il cappuccino ti lascia indifferente (ma non ci crediamo…) e il frappè non ti soddisfa appieno, puoi avventurarti in territori inesplorati provando la bevanda più nota di Starbucks. La catena americana ha infatti creato una bevanda che prende il meglio del cappuccino e lo affianca alle note più intriganti di un frappè.

Partendo da un doppio espresso, si aggiunge lo sciroppo del gusto preferito, ultimando con panna e ghiaccio.

Attenzione! Frappuccino è un marchio registrato, quindi lo potrai trovare al bar sotto… falso nome!

20. Cold Brew Coffee

Cold-Brew-Coffee

Ecco un caffè per chi non ha fretta! Il termine inglese “brew” significa “infuso” e descrive esattamente la tecnica di preparazione di questa bevanda che rientra a buon diritto fra i caffè particolari.

Si utilizzano dei cubetti di ghiaccio che, si sciolgono lentamente. Goccia dopo goccia, il flusso dell’acqua ghiacciata cade su un filtro che contiene il caffè macinato.

Come puoi immaginare, tutto questo richiede il suo tempo, ma alla fine puoi gustare un’armonia di sapori inediti.

21. Caffè nitro

Anche in questo caso si parla di caffè speciali  e alla base della preparazione c’è l’estrazione del bouquet aromatico, in tutte le sue sfaccettature.

Si lascia in infusione la polvere di caffè per ore, sottoponendola a un’immissione di azoto. È un po’ come la birra e, proprio come questa bevanda, il caffè nitro si gusta in un boccale.

22. Mazagran

Mazagran

Dal Portogallo arriva una ricetta fresca e dissetante, ideale contro la calura estiva. In un bicchiere alto si miscela un espresso freddo con il succo di limone. Zuccherare a piacere e decorare con una fettina di limone o con una ciliegia candita.

Ci sono diverse variazioni sul tema che prevedono l’aggiunta di una spolverata di vaniglia o di cannella.

Conclusioni

Anche se l’espresso rimane il punto di riferimento fisso per tutti gli amanti del caffè, ci sono innumerevoli alternative che ogni barista esperto conosce bene.

Dalle calde note del marocchino alle freschissime tonalità di un caffè shakerato, hai la possibilità di sperimentare tante esclusive specialità in ogni momento dell’anno.

E chi ha detto che è solo una prerogativa italiana? Anche Stati Uniti e Portogallo hanno sicuramente qualcosa di interessante da farti conoscere!


Fonti:

POSTA UN COMMENTO