Differenza-tra-estrattore-e-centrifuga

Se ami i succhi di frutta e di verdura e li vuoi preparare a casa, la domanda che viene spontanea è: centrifuga o estrattore?

Questi due elettrodomestici, simili per certi versi, hanno delle precise caratteristiche distintive e sapere qual è la differenza tra estrattore e centrifuga ti aiuta a fare la scelta migliore in base alle tue esigenze.

Differenza tra estrattore e centrifuga

Secondo gli esperti, per mantenerci in salute dobbiamo consumare succhi estratti a freddo che non si siano ossidati dal contatto con l’aria. In questi modo conservano tutte le vitamine e le proprietà nutritive.

Gli apparecchi tradizionali generano calore durante il funzionamento e frullano anche la polpa che deve essere separata: questi metodi finiscono per distruggere la maggior parte dei nutrienti che sono sensibili al calore.

Le centrifughe e gli estrattori di succo sono invece piccoli elettrodomestici che ti consentono di ottenere succhi di frutta e verdura a freddo in modo casalingo. Puoi preparare succhi freschi e naturali con quasi tutti i frutti e le verdure.

Tuttavia ci sono differenze sostanziali tra centrifughe ed estrattori di succo, da valutare in base alle specifiche esigenze.

Qui di seguito ti presentiamo la differenza tra estrattore e centrifuga:

1. Centrifuga per frutta e verdura: cos’è e come funziona

Centrifuga-per-frutta-e-verdura

Si tratta di un elettrodomestico potente che estrae il liquido della frutta e della verdura, separandolo dalla polpa o dalla parte solida. In questo metodo le fibre non vengono integrate nel succo.

La centrifuga lavora il frutto intero, senza bisogno di sbucciare. In pochi secondi, estrae i succhi concentrati in modo rapido grazie all’elevata velocità di rotazione del suo tamburo.

Frutta e verdura vengono tagliate da lame che lavorano mediamente a 18.000 giri al minuto.

Il succo ottenuto non contiene fibre, che vengono separate dalla centrifuga. Inoltre, il calore generato dalla rotazione della lama e l’attrito della lama degradano gli enzimi e ossidano le vitamine, diminuendo così l’apporto nutritivo.

C’è una differenza tra frutta e verdura estratti nella centrifuga:

  • si ottiene più succo dalla frutta, perché la sua polpa è in genere più ricca d’acqua e zuccheri, separando contemporaneamente la polpa dalle bucce e dai semi. Nelle verdure si separano in genere più fibre
  • i centrifugati di frutta hanno in genere più calorie di quelli di verdura, per via della maggiore presenza di zuccheri semplici

Uno dei punti interessanti di questi elettrodomestici è che riescono a separare le parti solide dal liquido, presentando il succo pronto da bere, senza dover filtrare.

Per essere ancora più completo, oltre alle lame, dispongono di un intero sistema di filtraggio ad alta velocità e di un pestello per lavorare il frutto intero o a pezzi.

  • Vantaggi della centrifuga:
  • il succo prodotto nella centrifuga ha il più alto valore nutritivo: il dispositivo apre le cellule vegetali, rilasciando vitamine e minerali
  • può lavorare frutta e verdura con la buccia, anche interi
  • le bevande prodotte in una macchina per succhi di frutta di questo tipo trattengono la fibra solubile, che aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo
  • anche se il tuo apparato digerente non funziona bene, puoi assorbire quasi il 100% dei nutrienti contenuti nel succo
  • è semplice da usare: devi solo caricare la frutta e attendere che il dispositivo faccia il succo
  • Svantaggi della centrifuga:
  • durante la preparazione del succo la bevanda viene riscaldata e miscelata con l’aria. Perde quindi alcune vitamine e non può essere conservata a lungo
  • a causa delle alte rivoluzioni della forza centrifuga, è molto rumorosa
  • per ottenere un bicchiere di succo occorre molta frutta o verdura, poiché nel residuo può rimanere ancora diverso liquido
  • non può ricavare il succo di frutta dai semi o dalla frutta secca ed è inadatta per lavorare la verdura a foglia
  • la presenza di schiuma rovina l’aspetto e il gusto (ma alcuni modelli hanno l’antischiuma automatico)
  • è impegnativa da pulire
  • può essere piuttosto ingombrante
  • Benefici dei succhi centrifugati:
  • sono facilmente assorbiti dall’organismo e sono ideali per disintossicare il corpo
  • preservano i nutrienti necessari per il corretto funzionamento del nostro metabolismo. Sali minerali, vitamine, fibre, sostanze antiossidanti hanno funzioni astringenti e regolatrici
  • le fibre che vengono scartate in fase di produzione possono essere utilizzate come ingredienti in diverse altre ricette di cucina.

2. Estrattore per la frutta e la verdura: cos’è e come funziona

Un estrattore di succo lento o “slow juicer” lavora la frutta e la verdura a freddo: ne preserva così i benefici impedendone una rapida ossidazione. In questo modo viene garantito il mantenimento delle proprietà organolettiche e nutrizionali della frutta fresca.

Un succo di frutta e verdura preparato con un estrattore a freddo fornisce la maggior parte dei nutrienti e degli enzimi di cui il nostro corpo ha bisogno.

A differenza della centrifuga, questo dispositivo spreme il succo da frutta e verdura senza utilizzare lame. In questo modo non scalda il cibo, mantenendone i valori nutrizionali. Funziona a una media di 40 giri al minuto.

Ecco perché un estrattore di frutta può fare la differenza nella tua dieta.

Vediamo l’estrattore di succo come funziona nelle sue due versioni.

  • Estrattore monoalbero: al suo interno ha un albero che preme gli alimenti contro le pareti e separa il succo e la fibra in due contenitori diversi, lentamente, in modo che il cibo non si riscaldi a causa dell’attrito causato.

È silenzioso e consuma poca energia. Il cibo deve essere posizionato già tagliato a pezzi.

  • Estrattore a doppio albero: essendo dotato di due alberi, è ancora più efficiente del precedente. Di norma, ha un ingresso più ampio, che ci consente di posizionare frutta o verdura praticamente intere.

Estrae al massimo il succo a freddo, separando la polpa praticamente disidratata.

  • Vantaggi dell’estrattore:
  • garantisce alte prestazioni, dai frutti puoi ottenere dall’85 al 90% di succo
  • la bevanda non è suscettibile al riscaldamento e all’ossidazione, quindi conserva tutte le sostanze benefiche
  • il succo non ha schiuma e può essere conservato in frigorifero fino a due giorni senza perdere proprietà utili e sapore
  • grazie al numero ridotto di rotazioni, i dispositivi funzionano in modo quasi silenzioso, quindi il succo può essere spremuto in qualsiasi momento della giornata (anche di notte!)
  • ti consente di ottenere il succo da frutta e verdura dure e morbide, erbe e noci. Fa un ottimo lavoro nella lavorazione di verdure a foglia, pomodori e altri frutti, oltre a drupacee e bacche
  • Svantaggi dell’estrattore:
  • durante la lavorazione dei frutti di bosco o delle fragole è più probabile che si ottenga una purea. Devi quindi fare un’operazione aggiuntiva con un setaccio per ottenere il succo
  • la bevanda che ottieni non è limpida ma parzialmente torbida perché la fibra idrosolubile viene in parte filtrata nel succo
  • la varietà dei modelli sul mercato non è particolarmente ampia (ma è comunque sufficiente per soddisfare ogni esigenza)
  • il costo di un estrattore di succo è, in media, due volte quello della centrifuga.
  • Benefici dei succhi estratti:
  • contengono la quasi totalità dei nutrienti forniti dalla frutta e dalla verdura
  • i succhi estratti sono molto concentrati
  • rimangono in perfette condizioni per diverse ore

3. Centrifuga o estrattore di succo: quale fa per te?

estrattore-di-succo

La differenza tra estrattore e centrifuga è notevole, quindi la scelta non è facile. Per determinare il tipo di dispositivo più adatto a te, devi prima capire quale tipo di frutta e verdura desideri utilizzare e che tipo di succo vuoi ottenere.

Prova a rispondere a queste brevi domande:

  • hai l’esigenza di ottenere il succo anche di verdura a foglia, frutta secca e semi? Solo l’estrattore può soddisfare le tue esigenze
  • ti piace il succo chiaro e trasparente? Allora è meglio la centrifuga, perché un estrattore tende a creare una bevanda un po’ più torbida
  • non hai tempo (e voglia) di sminuzzare la frutta e la verdura? Con la centrifuga puoi inserire anche gli alimenti interi, buccia compresa
  • vuoi ottenere il massimo beneficio dai tuoi succhi in termini di proprietà nutrizionali? L’estrattore è quel che fa per te
  • desideri conservare qualche ora i succhi in frigorifero? L’apparecchio più adatto è l’estrattore, perché non ossida la frutta e la verdura durate la lavorazione
  • il tuo budget è limitato? Opta allora per la centrifuga. Tuttavia sappi che nel lungo periodo l’estrattore è più conveniente, perché estrae più efficacemente il succo e, a parità di quantità di bevanda, richiede meno frutta e verdura.

Conclusioni

Vuoi vivere in modo sano? Assumi la giusta quantità di frutta e verdura! Lo sappiamo tutti, ma mangiare abbastanza frutta e verdura è uno dei buoni propositi che si dimenticano facilmente quando si ha una vita frenetica.

Ecco allora che preparare dei succhi naturali è il modo ideale per ottenere un po’ di vitamine extra.  Realizzarli a casa è facile, basta avere lo strumento giusto.

Centrifuga o estrattore?

In questo articolo abbiamo messo a fuoco i pro e i contro di entrambe e apparecchiature per consentirti di effettuare una scelta consapevole, in base a ciò che è più adatto a te.

POSTA UN COMMENTO