Come-smaltire-i-coltelli-da-cucina

Coltelli da tavola e per tagliare il pane, coltelli da chef e per sfilettare… La varietà di utensili affilati che utilizzi quotidianamente può essere veramente ampia. Ma come smaltire i coltelli da cucina quando si rompono o perdono completamente la loro efficienza?

In questo articolo ti illustriamo quali sono i passi da seguire per sbarazzarti di questi oggetti taglienti in TOTALE SICUREZZA.

Per smaltirli senza sprechi

Se un coltello diventa opaco e inutilizzabile per gli inevitabili segni del tempo, spesso viene semplicemente gettato nei rifiuti domestici.

Ma questo è un gesto poco pondera per via dell’alto rischio di lesioni a cui sono potenzialmente esposte tutte le persone che possono venirne a contatto.

Per evitare ogni inconveniente, meglio trovare delle strade alternative. Ce ne sono tante, anche inedite,

1. Fanne un uso alternativo

smaltirli-senza-sprechi

Un vecchio coltello da cucina può essere “riconvertito” ad altri impieghi nella tua stessa casa. Ecco qualche esempio di riutilizzo dei coltelli da cucina.

  • Giardinaggio:

Le vecchie lame possono essere conficcate nella terra dei vasi, facendo sporgere solo il manico. Quest’ultimo diviene un solido sostegno per favorire la crescita delle piantine.

Puoi utilizzare il coltello smussato anche per girare e arieggiare il terriccio.

  • Fai da te:

Se ti dedichi ai lavoretti domestici di tinteggiatura, puoi trasformare il tuo coltello in uno strumento per aprire le latte e mescolare pitture e vernici.

Può anche servirti per raschiare residui di ruggine e tracce di intonaco.

  • Idee creative:

Lo sapevi che le vecchie posate possono trasformarsi in piccole opere d’arte di uso quotidiano? I coltelli diventano pratici appendini e insieme a cucchiai e forchette puoi creare anche dei veri capolavori.

2. Donalo

Ciò che per te è diventato inutile, può essere prezioso per qualcun altro. Pensa alle mense benefiche allestite un po’ ovunque per aiutare le persone più bisognose: sono sempre alla ricerca di utensili di seconda mano per le esigenze della cucina.

Questo vale ovviamente solo per i prodotti di marca e di buona qualità e non per utensili economici che non possono più essere affilati correttamente.

3. Rivendilo (a un prezzo ragionevole!)

A seconda del tipo di metallo e della qualità del tuo coltello, puoi anche valutare la possibilità di rivenderlo. Non farai grandi guadagni, ma almeno darai una nuova vita al tuo utensile.

  • Artigiani:

le vecchie lame possono interessare vari artigiani e artisti. Informati su questa possibilità di venderlo a bassissimo prezzo ai laboratori di fabbri e calzolai della tua zona, o agli atelier di belle arti.

  • Collezionisti:

Hai ereditato un vecchio coltello o ne hai trovato uno nella soffitta della nonna ma non è più riutilizzabile? Aspetta a buttarlo via: potresti avere tra le mani un oggetto da collezione.

In genere si capisce facilmente se si tratta di coltelli in finta ceramica o di qualcosa di speciale. Se non sei sicuro, puoi chiedere nei forum dei coltelli o nei gruppi di Facebook.

Di solito i collezionisti sono più interessati ai coltelli da tasca o ai coltelli da caccia antichi, ma chiedere non costa nulla.

4. Riciclalo

Riciclalo-i-coltelli

Nella piattaforma ecologica del tuo comune di residenza puoi trovare contenitori speciali per i vari materiali riciclabili, tra cui le lame di acciaio inox e carbonio.

Se il coltello è interamente di metallo, non avrai difficoltà a smaltirlo nell’apposito bidone di smaltimento ferro. Al contrario, se presenta anche parti in legno o in materiale plastico, chiedi al personale della discarica qual è l’iter esatto di smaltimento differenziato.

5. Buttalo

Se proprio non hai altre alternative, non ti resta che smaltirlo nella raccolta indifferenziata. Prima di buttarlo nell’immondizia, è importante proteggere la lama per evitare di ferire chi viene a ritirare il sacco della spazzatura non si ferisca.

Eviterai anche che qualche malintenzionato lo prelevi per usarlo com arma: un coltello, anche se rovinato, è sempre un coltello.

  • Mettilo nella sua custodia:

Hai conservato in fondo a un cassetto della cucina la custodia del tuo vecchio coltello? Perfetto: quello è il posto più sicuro dove riporlo prima di buttarlo via.

  • Usa un copri-lama:

Anche un semplice copri-lama più rivelarsi adatto a questo scopo. Magari ne hai già in giro può essere adattato al tuo coltello.

In caso contrario puoi costruirne uno tu. Basta ripiegare in due un cartoncino spesso e sigillarlo con del nastro adesivo.

  • Avvolgilo in un foglio di giornale o in uno straccio:

Procurati dei fogli di giornale (vanno bene anche i volantini dei supermercati che in genere trovi nella cassetta della posta) e avvolgi la lama fino a creare un certo spessore. Continua ad aggiungere carta fino a quando, toccando con un dito, non sentirai più la lama.

A questo punto, avvolgi una striscia di plastica e alluminio intorno alla lama per evitare che la carta si bagni e sigilla il tutto con del nastro adesivo.

Invece dei giornali puoi utilizzare degli stracci o una vecchia maglietta che non usi più.

  • Riponilo in un contenitore:

Non stiamo parlando di costosi contenitori da acquistare nel tuo negozio di coltelleria di fiducia. In casa puoi trovare tanti contenitori fai da te che magari stai buttando via proprio in questo momento!

  • Bottiglie di plastica. Sembrano fatte apposta per accogliere i tuoi vecchi coltelli da buttare via. Taglia la base, inserisci l’utensile e quindi sigilla nuovamente la base con del nastro adesivo.

Avvolgi la bottiglia con un foglio di giornale o uno straccio per nascondere alla vista il contenuto.

  • Scatola di spaghetti. Hai appena cucinato gli spaghetti per pranzo? Non buttare la scatola! È un contenitore perfetto per infilare il tuo coltello da smaltire.
  • Scatola dei cereali. Anche la scatola dei cereali si presta molto bene a questo scopo.
  • Usa il pluriball:

Un pezzo di pluriball o una busta imbottita con questo materiale protegge in modo sicuro la lama e, nello stesso tempo, rende il coltello… invisibile!

  • Circondalo con l’immondizia:

Una volta che hai protetto il tuo coltello in modo adeguato, posizionalo al centro del sacco dell’immondizia, circondato dal maggior numero possibile di altri rifiuti che, in questo modo, lo riparano ulteriormente.

Tieni presente che anche gli animali che rovistano tra i rifiuti devono essere considerati a potenziale rischio di lesioni.

Restauro di una mannaia arrugginita – fai da te

Conclusioni

Lo smaltimento dei coltelli rotti e smussati non è un’operazione priva di rischi. Devi considerare tutte le opzioni di sicurezza prima di far cadere la lama affilata nel bidone della spazzatura.

Un coltello non protetto in modo adeguato può rompere il sacco dei rifiuti e causare lesioni a persone e animali.

Se ne hai uno da smaltire, controlla il suo stato e decidi il modo migliore per sbarazzartene. In molti casi, potrebbe non essere necessario buttarlo via. Ci sono modi alternativi in ​​cui puoi riconvertirlo ad altri utilizzi, anche a casa tua.

POSTA UN COMMENTO